mercoledì 5 marzo 2008

La città della pioggia


La pioggià arriva all'improvviso.

Mi manca il mare.

Domani forse nevica.

Non lascio gelare la violetta sul davanzale.

In questa città manca il mare.
Se potessi abbattere tutte le case forse lo vedrei.

Nella città dove sono nata invece c'è il mare.
C'è tanto di quel mare che i vestiti odorano di acqua e di sale anche nell'armadio.
Inutile riempire i cassetti di sacchetti profumati.
L'odore del mare è più forte.